Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

Piano improvisation di Salvatore Maresca Serra

Alba Montori su Facebook

venerdì 12 gennaio 2018

Intervista a Esmahil Mohades sulla rivolta in Iran

La rivolta dei cittadini ridotti alla fame dal regime degli ayatollah con le sue dissennate spese militari può trasformarsi in rivoluzione ?

Ecco una intervista sulla situazione raccolta da Gianni Colacione per LiberiTV




http://www.liberi.tv/webtv/spazio/iran

Voci Transnazionali - Iran. 11 gennaio 2018

Conversazione con Esmail Mohades, scrittore iraniano.
Conduce Gianni Colacione.

giovedì 11 gennaio 2018

La rivoluzione Iraniana e D'Alema ?

Oggi rilancio un aggiornamento sulla situazione di rivolta in Iran che mi giunge da Davood Karimi, presidente dell’associazione rifugiati politici iraniani residenti in Italia, inquietante per le troppe domande che sùscita senza ( almeno per ora) risposte istituzionali.
Leggere con attenzione, grazie.
AMg

L'Iran è in rivolta e D’Alema si reca a Teheran nel cuore della grande rivolta iraniana!
Con quale missione?
Perché?
Per conto di chi?
Opportunità?
Quanti soldi in cambio di questa comparsata?
È una legittimazione della repressione?
Perché proprio oggi?

Queste sono domande ricorrenti che mi pongono i colleghi giornalisti e anche gli amici che seguono l’evolversi della nuova rivoluzione del popolo iraniano.

Cerco di sintetizzare in poche parole:
in un regime repressivo e dittatoriale religioso la propaganda ha lo stesso peso della repressione, forse anche di più.

Parallelamente alla dura repressione della rivolta il regime degli ayatollah ha ben pensato di radunare i suoi lobby stranieri, da anni sulla busta paga del ministro della propaganda islamica, per  dimostrare, attraverso i suoi canali di disinformazione, la fine della rivolta. Un tentativo assolutamente inutile che dimostra quanto sia critica la sua stabilità e quanto sia fondamentale portare allo scoperto gli uomini che lo rappresentano nel mondo economico e politico internazionale tra cui D’Alema è un punto di riferimento fondamentale in Italia.
Il viaggio di D’Alema e altri uomini come lui è stato giustificato come ospiti della “ conferenza internazionale sulla sicurezza nel mondo” tenutasi in questi giorni a Teheran.
Il colmo è che il padrino del terrorismo islamico internazionale diventi all’improvviso il promotore della “ sicurezza mondiale “!

In Iran c’è un detto che dice: ”devo credere al tuo giuramento sui santi o alla coda del gallo nascosto sotto il cappotto”?
La storia: un giorno un ladro ruba il gallo di un contadino e poco dopo viene fermato dalle guardie e portato dal giudice.
Il giudice:” hai rubato tu il gallo?”
Ladro” giuro su tutti i santi che non sono stato io. Sono innocente “!
Il giudice” non so se credere ai tuoi giuramenti sui santi o alla coda del gallo che fuoriesce dal tuo cappotto “!

È come la storia che oggi si ripete identica in Iran  con il D’Alema che  rappresenta il ladro e di fronte al giudizio internazionale giura che non prende soldi dall’Iran e che le sue intenzioni sono umanitarie!
Ma le foto con il rappresentante esteri del regime iraniano che ha ucciso un centinaio di soldati italiani tra cui quelli morti nel l’attentato a Nassiria ben rappresentano il coinvolgimento di D’Alema nella giustificazione del massacro e della repressione nonché il terrorismo iraniano!
D’Alema vergognati!

Davood Karimi, presidente dell’associazione rifugiati politici iraniani residenti in Italia

lunedì 25 dicembre 2017

Roma, 28 dicembre ore 11 Invito alla Assemblea degli Iscritti al Partito Radicale

Image


INVITO
alla
ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI AL PARTITO RADICALENONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO
Roma, 28 dicembre 2017, ore 11

“L'operazione che vorrebbe i radicali presenti alle prossime elezioni, in quanto tali o come tali definiti, è operazione contro il Partito Radicale”

Il 28 dicembre, a partire dalle ore 11 con eventuale prosecuzione nella giornata del 29, si terrà a Roma, nella sede di Via di Torre Argentina 76, un’Assemblea degli iscritti al Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito per fare il punto della situazione sull'anno trascorso e le iniziative in corso.
L’Assemblea sarà preceduta, alle ore 10, da una Conferenza Stampa dei Coordinatori della Presidenza del Partito Radicale Rita Bernardini, Antonella Casu, Sergio D’Elia e Maurizio Turco, nel corso della quale verrà comunicatol’esito della campagna per le tremila iscrizioni che, secondo la Mozione Generale approvata dal 40° Congresso di Rebibbia, dovevano - pena la chiusura del partito - essere raccolte entro il 31 dicembre 2017 e poi essere confermate anche nel 2018 (al 13 dicembre, gli iscritti al Partito Radicale erano già 3.112, ma altre iscrizioni sono continuate ad arrivare nei giorni successivi tramite conti correnti postali e bancari).
La Conferenza Stampa del 28 dicembre e l’Assemblea degli iscritti che seguirà saranno l’occasione per ribadire due punti fondamentali: che il Partito Radicale non partecipa ad alcuna competizione elettorale nel pieno rispetto della scelta maturata nel 1989 di divenire formalmente un soggetto politico, oltre che nonviolento, anche transnazionale e transpartito; l'operazione che vorrebbe i radicali presenti alle prossime elezioni, in quanto tali o come tali definiti, è operazione contro il Partito Radicale, contro gli obiettivi congressuali e le prescrizioni statutarie, contro la storia che è riuscito a scrivere grazie innanzitutto all'opera di una vita di Marco Pannella.
Con l’Assemblea del 28 dicembre, la Presidenza del Partito Radicale aprirà lacampagna di raccolta iscrizioni per il 2018 e darà inizio al lavoro organizzativo del 41° Congresso ordinario del Partito Radicale, che si celebrerà una volta conseguito l’obiettivo dei tremila iscritti per l’anno 2018.
All’Assemblea interverranno anche parlamentari di diversi gruppi politici, giornalisti, artisti, iscritti per la prima volta al Partito Radicale.
Sarà l'occasione per iscriversi al Partito Radicale per il 2018. Iscrizione che ti invitiamo caldamente a fare al più presto. Così come invitiamo chi non si è ancora iscritto per il 2017 a farlo e magari a farlo per i due anni.
Ti aspettiamo. Un caro saluto

*****

Iscriviti subito al Partito Radicale con

carta di credito attraverso il sito www.partitoradicale.it

vaglia postale intestato a : Partito Radicale - Via di Torre Argentina, 76 – 00186 Roma

bonifico postale intestato a : Partito Radicale IT33N0760103200000044855005 – BPPIITRRXXX

bollettino postale intestato a : Partito Radicale 44855005

bonifico bancario intestato a : Partito Radicale IT56E0832703221000000002381 – ROMAITRR

venerdì 22 dicembre 2017

La luce ricomincia ad aumentare..

...possiamo un po' sperare in positivo ?

Se non ci riusciamo da soli ecco un aiutino dai cuccioli per sorridere un po'...
auguri!


Inizia da